HOME > CyberItalian BLOG

Archivio

Archivio per settembre 2010

Basilicata coast to coast

28 settembre 2010 Commenti chiusi

L’altra sera sono andata al cinema e ho visto un film che raccomando con il cuore: Basilicata coast to coast. La storia di quattro musicisti naif che attraversano a piedi la Basilicata per arrivare nel luogo dove faranno il loro grande concerto.

Il solito film italiano dirà qualcuno: niente effetti speciali o inseguimenti mozzafiato ma una commedia semplice e divertente con bellissimi paesaggi e atmosfere giocose, e nello sfondo i valori dell’amicizia, della buona cucina, della solidarietà, della passione e dei sogni personali… ma pensateci bene: cos’altro si può volere dalla vita?!

E come dice il protagonista: vorrei lanciare un appello all’umanità: signore e signori trovatevi una passione e andatele appresso!

Tag:

Il bar

24 settembre 2010 Commenti chiusi

Nella cultura italiana il bar è spesso considerato come uno dei principali punti di ritrovo. Si può dare appuntamento al bar agli amici, ma anche incontrarsi al bar per un incontro di lavoro informale (per un caffè o un aperitivo)…

In Italian culture the bar is often regarded as one of the main meeting places. You can meet with friends in a bar, but you can also organize an informal business meeting in a bar (you meet for a coffee or for an ‘aperitivo’)…


To practice Italian this week we invite you to read and test…
PRACTICE HERE: Italian/English Version


Para practicar el idioma italiano esta semana te invitamos a leer y testar…
PRACTICA AQUÍ: Versión Italiano/Española

“Caffè Florian a Venezia” Picture source Wikipedia

Come mantenere un amore? (How do you make love last?)

21 settembre 2010 Commenti chiusi

Buongiorno! Oggi vi mando un bel video con scritte in italiano e immagini. Un po’ romantico ma spero che sia utile per la lingua!

Notate l’espressione:

‘una mamma e il suo bambino stanno camminando sulla spiaggia’ (stare + gerundio: stanno camminando = they are walking)

‘una mamma e il suo bambino camminano sulla spiaggia’ (presente indicativo: camminano = they walk)

Se necessario usate il dizionario online:

(ITALIANO-INGLESE) www.wordreference.com/iten/disegnare
(ITALIANO-SPAGNOLO) http://dizionari.hoepli.it/dizionario_italiano-spagnolo.aspx?idD=4

Buona pratica!

Tag: ,

Viaggia in Italia: The Art & Language Journey in Italy

15 settembre 2010 Commenti chiusi

Cari amici,

ho finalmente realizzato uno dei miei sogni: creare un Viaggio in Italia attraverso l’Arte e la Lingua, un’esperienza di vita intensa e toccante. Un viaggio attraverso l’Italia e dentro se stessi. Chiamatemi ‘visionaria’! Sono molto contenta.

Cliccate qui per dare un’occhiata e fatemi sapere cosa ne pensate.

Un abbraccio! Maura

********
Dear friends,

I have finally realized one of my dreams: creating The Art & Language Journey in Italy, an intensive and life touching experience. A journey through Italy and into yourself. Call me a ‘visionary’! I am very happy.

Click here for more and let me know what you think of it.

Big hugs! Maura

********

Queridos amigos:

He realizado por fin uno de mis sueños: crear un Viaje por Italia a través del Arte y la Lengua, una experiencia de vida intensa y conmovedora. Un viaje a través de Italia y a través de sí mismo.
Decidme “visionaria”! Soy muy feliz.

Presionad aquí para mayor información, y hacedme saber vuestra opinión.

Un abrazo! Maura

Tag:

Accabadora

7 settembre 2010 Commenti chiusi

Sono molto felice che quest’anno il premio Campiello è stato vinto da Michela Murgia con il suo affascinante libro: ‘La accabadora’.

E’ un romanzo forte e intenso. Ambientato nella Sardegna degli anni Cinquanta, affronta temi fondamentali come la Maternità e la Morte. La maternità non è infatti solo l’atto che vede ciascuno di noi venire al mondo: è anche ciò che si instaura tra la vecchia Bonaria Urrai e la piccola Maria, che diviene sua fill’e anima, figlia non di sangue ma per scelta.

C’è qualcosa in questa vecchia vestita di nero e nei suoi silenzi lunghi, c’è un’aura misteriosa che l’accompagna, insieme a quell’ombra di spavento che accende negli occhi di chi la incontra. Ci sono uscite notturne che Maria intercetta ma non capisce, e una sapienza quasi millenaria riguardo alle cose della vita e della morte. Quello che tutti sanno, e che Maria non immagina, è che Tzia Bonaria Urrai cuce gli abiti e conforta gli animi, conosce i sortilegi e le fatture, ma quando è necessario è pronta ad entrare nelle case per portare una morte pietosa. Il suo è il gesto amorevole e finale dell’accabadora, l’ultima madre.

Clicca qui per ascoltare un brano dell’audiolibro pubblicato dai nostri amici de IlNarratore.com. La lettura è affidata all’autrice, Michela Murgia.