HOME > Free Trials > Activities > Read and test
Activity: Read and Test

"Arte".

Parola tanto usata e tanto abusata. Molte persone sono intimidite da questa parola e pensano che per vedere un quadro e dire se piace o meno si debba essere degli specialisti.

 

A te piace l'arte?

Conosci la storia dell'arte?

Preferisci l'arte tradizionale o l'arte moderna? Perché?

 

Scorri la pagina per proseguire l'attività...

"Art".

Much used and much abused word. Many people are intimidated by this word and think that in order to look at a picture and say whether you like it or not, you have to be a specialist.

 

Do you like art?

Are you familiar with the history of art?

Do you prefer traditional art or modern art? Why?

 

Scroll down for more of the activity...

 

Caravaggio, Madonna dei Pellegrini

Detail of Madonna dei Pellegrini by Caravaggio

 

Share this activity:

 

A brief history of art

Un fattore molto importante per osservare un'opera d'arte è sviluppare la propria sensibilità e sentire se l'opera ci comunica qualcosa. Per ognuno le sensazioni possono essere diverse. E ad ognuno l'arte parla in maniera diversa.

Dobbiamo imparare ad ascoltarla.

Questo vale per qualsiasi tipo di arte: dalla pittura alla musica, alla danza, etc.

 

Di seguito trovi una breve storia dell'arte figurativa. Osserva le immagini.

Decidi quale ti piace di più e quale di meno e perché.

 

Alla fine, completa il test di comprensione.

A very important factor in observing a work of art is to develop one's own sensitivity and to feel if the work of art communicates with us. The feelings can be different for everyone. And art speaks differently to everyone.

We must learn how to listen to it.

This applies to any type of art: from painting to music, to dancing, etc.

 

Below is a brief history of figurative art. Look at the pictures. Decide which one you like best and which the least, and why.

 

Finally, complete the comprehension test.

Usa la tua intuizione per capire il significato generale del testo italiano.

 

Usa il dizionario online per cercare le parole che non conosci.

Use your intuition to understand the general meaning of the Italian text.

 

Use the online dictionary to look for words you do not know.

 

Scrivere la storia dell'arte in una pagina è impossibile! Qui trovi solo qualche punto molto importante.

 

UniversoPer questa lettura e questo "viaggio nell'arte" usiamo la nostra immaginazione.

 

Chiudiamo gli occhi e immaginiamo il mondo nell'antichità: senza Tv, senza computer, senza cinema, senza videogames, senza pubblicità...

In questo mondo antico immaginiamo di incontrare un artista egiziano. Un "artigiano".

 

Anticamente, il significato di "artista" non esiste. Chi è bravo a disegnare o a scolpire è un artigiano. Spesso, gli artigiani sono considerati come muratori o operai. Non sono considerati "persone creative". Addirittura, a volte, anticamente, i pittori e gli scultori sono considerati persone inferiori.

 

HesireMa torniamo al nostro artigiano egiziano! Lui disegna un uomo.

 

Vediamo qui il ritratto in legno di Hesire (circa 2778-2723 a.C.*).

 

*a.C. = avanti Cristo, d.C. = dopo Cristo

 

Osserviamo il ritratto:

  • la testa è di profilo
  • le spalle sono frontali
  • la pancia e le gambe sono di profilo

Puoi avere questa posizione tu?!

 

Gli egiziani antichi spesso disegnano gli uomini con questo stereotipo.

 

Nota che i piedi sono due piedi sinistri (spesso gli egizi rappresentano solo la parte interna del piede).

 

Per gli egiziani antichi non è importante la rappresentazione della realtà. Per loro è importante la rappresentazione del concetto.

 

 

Nefertari

Gli antichi artisti egiziani usano spesso gli stessi segni, disegni, simboli e stereotipi per comunicare; seguono gli schemi secondo la loro tradizione.

 

Qui vediamo la regina Nefertari (circa 1295 a.C. – 1255 a.C.) che gioca a senet, uno dei giochi più antichi del mondo. Anche lei è di profilo.

 

Nefertari è stata una regina molto famosa ed importante.

Ceramica grecaAdesso facciamo un grande salto nel tempo e nella storia e andiamo nell'antica Grecia.

 

Vediamo qui una ceramica greca del 470 a.C. con Apollo e Artemide.

Apollo è il dio della medicina, della musica, della poesia e della profezia, (bravissimo arciere, è spesso raffigurato con un arco in mano). Artemide, sorella di Apollo, è la dea della caccia, (è spesso raffigurata con un cervo).

Notiamo che anche questi personaggi sono di profilo.
Spesso troviamo molte rappresentazioni degli uomini greci di profilo (come gli egiziani!).

 

Discobolo

Nel V secolo a.C., (la grande età di Pericle), i pittori e gli scultori diventano più importanti.

 

Pericle (un grande generale, statista e oratore) parla alla pari con i pittori e gli scultori. Per Pericle gli artisti e gli artigiani non sono persone inferiori.

 

Gli artisti sono incoraggiati. Pericle vuole avere una bella città e chiede a molti artisti di lavorare per abbellire i templi e i palazzi di Atene. In questo periodo cominciamo a conoscere il nome di alcuni artisti importanti.

 

Questa statua è il famoso "discobolo" di Mirone (circa 455. a.C.). L'originale della statua non esiste più. Questa è una copia romana in marmo conservata nel Museo Nazionale Romano.

 

Qui vediamo che gli artisti greci studiano e vogliono riprodurre la realtà.

 

Nota la cura che ha l'artista per riprodurre la pelle, le vene, i muscoli e il movimento di questo atleta.

 

L'arte greca influenza molto anche l'arte romana.

 

La ricerca della bellezza e dell'estetica diventa importante.

 

Durante il grande impero romano, tante statue greche sono copiate in marmo e sono usate per abbellire la città di Roma. I romani rispettano molto la cultura greca.

 

Ma con la caduta dell'impero romano e lo sviluppo del cristianesimo l'arte cambia.

Molte statue greche e romane che rappresentano gli dei pagani sono distrutte.

 

Per molti cristiani (soprattutto in oriente), rappresentare Dio non è possibile. Costruiscono chiese senza immagini. Vietano la rappresentazione dei santi e di Dio.

 

Mosaico San Vitale Ravenna

Per altri cristiani invece (soprattutto in occidente) l'arte aiuta a capire il messaggio della Bibbia.

 

Qui vediamo un mosaico nella chiesa di San Vitale a Ravenna (527 - 548 d.C.). Rappresenta l'imperatore Giustiniano e la sua corte.

 

Per Giustiniano il potere militare è importante come la religione (o forse la religione un po' di più! Vediamo Giustiniano con 6 religiosi e 4 soldati...).

 

Il papa Gregorio Magno (VI secolo) dice: "l'arte può servire all'analfabeta come la scrittura a chi sa leggere".

Allora molti artisti (o meglio, artigiani) decorano e abbelliscono le chiese.

 

Il popolo non ha quadri o sculture in casa. Vede immagini, decorazioni, oggetti d'arte e statue nelle chiese.

 

San Vitale, RavennaPensa, (in un mondo senza immagini), che emozione grande può essere entrare in una chiesa tutta decorata con statue e racconti della Bibbia!

 

Ecco un particolare dell'interno della Chiesa di San Vitale a Ravenna (527 - 548 d.C.).

 

Ma osserviamo come, in generale, l'arte di quel periodo diventa più "rigida".

 

I colori sono molto belli. Le decorazioni e i dettagli sono molto belli. Ma c'è poco movimento. Non c'è prospettiva.

Miniatura

 

L'artista non vuole rappresentare la realtà. Vuole solo raccontare una storia importante.

 

Quando guardi un'opera d'arte, non pensare solo: "mi piace" o "non mi piace". Pensa anche a cosa vuole comunicare l'artista.

 

Questa è una miniatura medievale del Cavallo di Troia, un manoscritto dei primi anni del V secolo che racconta la storia della guerra di Troia.

 

L'artista non conosce le leggi della prospettiva e dello spazio.

 

Nel medioevo molti artisti/artigiani seguono gli schemi tradizionali e rappresentano gli uomini e le cose in modo spesso simile e a volte stereotipato.

 

A volte i dipinti medievali sembrano disegni dei bambini.

 

San Matteo, Vangeli di Ebbone (816–823 d.C.) e lettera Q dal Salterio di Corbie, (anno 800 circa).

 

Vangeli Ebbone Salterio

 

 

Qui vediamo un bassorilievo di Benedetto Antelami: "Deposizione dalla Croce", Parma, Duomo (1178).

 

Antelami, Deposizione

 

E gli anni passano...

 

Giotto, Compianto sul Cristo mortoFinché nel 1267 arriva Giotto.

 

Questo è un affresco: "Compianto sul Cristo Morto" nella Cappella degli Scrovegni a Padova (1303 -1305).

 

Osserviamo la differenza fra questo dipinto e le opere medievali.

 

Notiamo come Giotto usa gli spazi fra le persone.

 

Nota i movimenti: un apostolo ha le braccia aperte, altri sono inginocchiati o addirittura di schiena.

 

Nel dipinto, Giotto esprime le emozioni dei personaggi insieme al movimento e allo spazio.

 

Una rivoluzione per quei tempi! Pensa che emozione quando le persone hanno visto l'affresco di Giotto per la prima volta!

 

In quei tempi vedere un quadro o un affresco nuovo è come per noi vedere un film di successo al cinema (o forse anche più emozionante). Il film appassiona. Parliamo del film. Raccontiamo la storia agli amici. Diciamo: vai a vedere quel film!

 

Giotto diventa un "artista" nel senso moderno del termine. La sua fama diventa grande in Italia e in Europa. Iniziano a girare tante "storie e leggende" su Giotto:

 

"Giotto da piccolo è un pastore. Disegna una pecora su un sasso. La pecora disegnata sembra vera. È perfetta. Cimabue, un grande maestro di pittura che passa là vicino, scopre il disegno e porta Giotto a lavorare nella sua bottega".

 

"Giotto ha dipinto una mosca così vera che il suo maestro ha voluto schiacciarla".

 

"Giotto è capace di disegnare un cerchio perfetto con un solo movimento del pennello"...

 

Con una "piccola azione" (mostrare emozioni, movimento e spazio nel dipinto) Giotto provoca grandi conseguenze e apre la strada alla grande pittura del rinascimento italiano.

 

Masaccio, TrinitaGli studi matematici sulla prospettiva, sul colore, sulla composizione e sulla ricerca dell'espressione umana animano gli artisti italiani.

 

Osserviamo questo affresco di Masaccio intitolato "La Trinità" (1425 - 1427) Firenze, Basilica di Santa Maria Novella.

 

Sicuramente chi ha visto questo affresco la prima volta è rimasto molto impressionato dalla finta prospettiva che crea nel muro uno spazio immaginario.

 

Il rinascimento "esplode" con Botticelli, Leonardo, Michelangelo e tanti grandissimi artisti!

 

Guarda la composizione, gli spazi, la prospettiva e l'animazione in questo affresco di Leonardo.

Ultima Cena, (1495 - 1497), Milano, chiesa di Santa Maria delle Grazie, refettorio.

 

Ultima cena

 

Nota i muscoli che dipinge Michelangelo (anche al piccolo angelo!): Creazione di Adamo, (1508-1512) Cappella Sistina Musei Vaticani, Città del Vaticano.

 

Creazione

 

 

 

Scuola di AteneLa scuola di Atene, Raffaello Sanzio, (1509-1511), Musei Vaticani, Città del Vaticano.

 

Guarda i giochi di prospettiva e come viene rappresentata l'architettura classica (greca e romana).

 

Puoi immaginare una scuola così?!

 

 

 

San MatteoOsserva questo dipinto di Caravaggio. Rappresenta San Matteo che scrive il Vangelo (pensa che differenza con il San Matteo dei Vangeli di Ebbone che hai visto prima!).

 

Questo quadro è stato distrutto durante la seconda guerra mondiale.

 

 

San MatteoQuesta è la seconda versione (sempre di Caravaggio) di San Matteo e l'angelo (1602), Roma, cappella Contarelli in San Luigi dei Francesi.

 

Ha ancora i piedi nudi ma è più "santo"!

 

Osserva i giochi di luci e ombre che crea Caravaggio. Sembra un fotografo moderno.

Venere (la dea dell'amore) e Marte (il dio della guerra) di Sandro Botticelli (1485 - 1486).

In questo quadro Botticelli vuole mostrare la superiorità dell'amore rispetto alla guerra.

 

Venere e Marte di Botticelli

 

E qui finisce la nostra piccola storia dell'arte.

 

Ti piace l'arte?

 

Se vuoi approfondire leggi "La storia dell'arte" raccontata da Ernst. H. Gombrich.

 

Test di Comprensione

Sul tuo quaderno, scrivi la risposta alle seguenti domande:

 

1) Per gli antichi egizi è importante rappresentare le persone di profilo.

Vero o falso?

 

2) Nei tempi antichi gli artisti sono pagati molto e sono considerati bene.

Vero o falso?

 

3) Pericle è un generale greco che non ama l'arte.

Vero o falso?

 

4) Gli artisti greci del V secolo a.C. studiano il corpo e il movimento umano.

Vero o falso?

 

5) Il discobolo di Mirone è un esempio di arte medievale.

Vero o falso?

 

6) Gli artisti medievali vogliono rappresentare le storie della Bibbia.

Vero o falso?

 

7) Anticamente, per la popolazione è normale avere quadri e statue in casa.

Vero o falso?

 

8) Gli artisti medievali usano le regole della prospettiva.

Vero o falso?

 

9) Giotto fa una "rivoluzione" nel campo dell'arte: dipinge diversi movimenti del corpo, diverse espressioni umane e mostra gli spazi fra le persone. Con una "piccola azione" crea grandi conseguenze nella storia dell'arte.

Vero o falso?

 

10) Durante il rinascimento, gli artisti italiani applicano le leggi matematiche della prospettiva e ricercano l'espressione umana più alta.

Vero o falso?

 

 

"Clicca" su Pinocchio-Risposte:
solutions
per le risposte del test di comprensione.

 

 

Not sure where to start learning or improving your Italian? Take online lessons with CyberItalian!

 

Tutored CoursesSelf-Study Courses for independent students: available online 24 hours a day so you can log in and study anytime from anywhere. More...

 

Tutored CoursesTutored Courses if you need a structured and guided study: learn with the guidance of a tutor, get written correction and personalized feedback. More...

 

Private Lessons1to1 Private Lessons for a custom developed course conducted by a dedicated teacher via an interactive audio/video chat service. More...

 

 

FREE: Join our student group on Facebook and follow us on Twitter