Activity: Test

Perché la lingua italiana usa una forma femminile o maschile per articoli, nomi e aggettivi?

 

Può essere sessista la grammatica?

Cosa ne pensi tu?

Why does the Italian language use a feminine or masculine form for articles, nouns and adjectives?

 

Can the grammar be sexist?

What do you think about it?

 

barzelletta

Masculine and feminine.
In Italian there is no neutral gender.

(Picture courtesy of Aenigmatica.it)

 

Is Italian Grammar sexist?

In italiano, i nomi hanno un genere femminile e uno maschile. Ad esempio, "ragazza" è femminile (finisce con A), "ragazzo" è maschile, (finisce con O).

Riconoscere il genere è importante perché l'articolo e l'aggettivo concordano con il genere del nome (UNA ragazzA buonA - UN ragazzO buonO).

 

Per indicare un gruppo di ragazzi e ragazze, secondo la grammatica italiana, dobbiamo usare il plurale maschile: "in questa università ci sono molti ragazzi".

 

 

In Italian, nouns have a feminine and a masculine gender. For example, "ragazza" (girl) is feminine (it ends with A), "ragazzo" (boy) is masculine, (it ends with O).

Recognizing the gender is important because the article and the adjective always agree with the gender of the noun (UNA ragazzA buonA - UN ragazzO buonO).

 

To indicate a group of boys and girls, according to the Italian grammar, we must use the masculine plural: "in questa università ci sono molti ragazzi" (in this university there are many boys and girls).

 

Negli ultimi anni ci sono state molte polemiche in Italia sull'uso del genere maschile per indicare un gruppo di persone che include anche donne e ragazze.

 

In recent years there has been a lot of controversy in Italy about the use of the masculine gender to indicate a group of people that includes also women and girls.

 

Alcune persone propongono di usare un carattere generico, lo schwa, per indicare un generico plurale (ad esempio: "in questa università ci sono moltə ragazzə").

 

Ma lo schwa è principalmente un carattere scritto, ha una pronuncia fra la "a" e la "e" ed in italiano sarebbe facilmente assimilabile al genere femminile creando in tal modo delle incomprensioni (ad esempio: "in questa università ci sono moltAE ragazzAE").

 

Some people propose to use a generic character, the schwa, to indicate a generic plural (for example: "in questa università ci sono moltə ragazzə" = in this university there are many boys and girls).

 

But the schwa is mostly a written character, it has a pronunciation between "a" and "e" and in Italian it would be easily assimilated to the feminine gender thus creating misunderstandings (for example: "in questa università ci sono moltAE ragazzAE" = in this university there are many girls.)

 

Alcuni studiosi dicono che i generi maschile e femminile sono un retaggio di millenni delle lingue indoeuropee e quindi sono elementi linguistici senza connotazioni biologiche o sessiste.

 

Altri dicono che il nostro pensiero è formato dalla lingua per cui sarebbe importante eliminare i generi maschile e femminile o creare un nuovo genere per il plurale, con un carattere indifferenziato come la U (ad esempio: "in questa università ci sono moltU ragazzU"). Ma la U suona innaturale, non ci siamo abituati.

 

Some scholars say that the masculine and feminine genders are a millennial legacy from the Indo-European languages ​​and therefore are linguistic elements without biological or sexist connotations.

 

Others say that our thinking is formed by the language so it would be important to eliminate the masculine and feminine genders or to create a new gender for the plural, with an undifferentiated character such as U (for example: "in questa università ci sono moltU ragazzU" = in this university there are many boys and girls.) But the U sounds unnatural, we are not used to it.

 

La verità è che ogni lingua e la sua evoluzione sono il risultato di un uso spontaneo di parole ed espressioni. Alla gente piace parlare liberamente, senza che gli studiosi gli dicano cosa dire e come dirlo. Imporre delle regole di grammatica politiche/idiologiche sarebbe una forzatura della lingua.

 

In molti hanno provato a creare artificialmente delle lingue politicamente corrette che potessero "andare bene a tutti" (come l'esperanto) ma la realtà è che queste lingue non si sono diffuse.

 

The truth is that every language and its evolution is the result of a spontaneous use of words and expressions. People like to speak freely, without being told by scholars what to say and how to say it.

Imposing political/idiological grammar rules would be forcing the language.

 

Many have tried to artificially create politically correct languages ​​that could "suit everyone" (such as Esperanto) but the reality is that these languages ​​have not spread.

 

Noi di CyberItalian crediamo nella parità dei diritti fra uomini e donne, ma continuiamo a seguire le regole grammaticali dell'italiano standard con i generi maschile e femminile, perché questa divisione aiuta la sintassi e la comprensione di frasi lunghe e complesse.

 

Per maggiori informazioni sull'argomento rimandiamo all'Accademia della Crusca (celebre istituzione che raccoglie studiosi ed esperti di linguistica e filologia dell'italiano) e al GES (Centro Studi Multidisciplinare dell'università Torvergata di Roma).

 

We at CyberItalian believe in equal rights between men and women, but we continue to follow the standard Italian grammar rules with masculine and feminine genders, because this division helps the syntax and the understanding of long and complex sentences.

 

For more information on the subject, please refer to Accademia della Crusca (famous institution that gathers scholars and experts in Italian linguistics and philology) and to GES (Multidisciplinary Center for Study of the Torvergata University of Rome.)

 

In conclusione, le "concordanze" di maschile, femminile, singolare e plurale, sono uno dei meccanismi che creano la "musicalità" della lingua italiana.

In conclusion, "agreements" of masculine, feminine, singular and plural, are one of the mechanisms that create the "musicality" of the Italian language.

 

Click on Pinocchio biking:

Grammatica

for a chart of article, noun, adjective agreements.

cuore

When you are ready, learn them by heart!

 

Ora pratica le concordanze con i seguenti esercizi.

Now let's practice agreements with the following exercises.

 

Esercizio 1

Cambia le frasi dal singolare al plurale (clicca sul Pinocchio-Risposte in fondo alla pagina per il risultato).

 

Usa il dizionario online se necessario.

  1. La pizza buona.
  2. Il bambino bravo.
  3. Il cantante bravo.
  4. La cantante brava.
  5. Il gelato buono.
  6. Il libro interessante.
  7. La donna simpatica.
  8. L'amico antipatico.
  9. L'albero grande.
  10. La penna nuova.
  11. Il telefono cellulare.
  12. Il film americano.
  13. La musica africana.
  14. Il computer vecchio.
  15. L'amica antipatica.
  16. Il vicino spagnolo.
  17. La macchina tedesca.
  18. La televisione moderna.
  19. L'animale piccolo.
  20. L'acqua minerale.
Esercizio 2

Cambia le frasi dal plurale al singolare (clicca sul Pinocchio-Risposte in fondo alla pagina per il risultato).

 

Usa il dizionario online se necessario.

  1. I sentimenti buoni.
  2. I sentimenti cattivi.
  3. Gli artisti bravi.
  4. Gli scrittori famosi.
  5. I treni moderni.
  6. Le stazioni italiane.
  7. Gli spaghetti lunghi.
  8. Le monete staniere.
  9. Gli euro italiani.
  10. Gli aerei veloci.
  11. Le macchine sportive.
  12. Le tazze piene.
  13. I bicchieri vuoti.
  14. Le canzoni italiane.
  15. Gli uomini nervosi.
  16. Le donne stanche.
  17. Gli studenti distratti.
  18. Gli insegnanti pazienti.
  19. I compiti noiosi.
  20. Le vacanze meritate.

 

"Clicca" su Pinocchio-Risposte:
solutions
per le risposte

 

e-Learning with a Heart: Take Italian lessons online!

 

Tutored CoursesSelf-Study Courses for independent students: available online 24 hours a day so you can log in and study anytime from anywhere. More...

 

Tutored CoursesTutored Courses if you need a structured and guided study: learn with the guidance of a tutor, get written correction and personalized feedback. More...

 

Private Lessons1to1 Private Lessons for a custom developed course conducted by a dedicated teacher via an interactive audio/video chat service. More...

 

FREE: Join our student group on Facebook and follow us on Twitter

 

Tell us if you like this activity and see you next week!