HOME > Prueba Gratuita > Actividades > Leer y Mirar
Actividad: Leer y Mirar

Nell'atmosfera litigiosa e tesa del cinema italiano, in cui i partiti politici nominano i candidati che gestiranno le più importanti mostre del cinema, c'è una sola cosa su cui la sinistra e la destra concordano: Totò è un Re.

 

Conosci Totò?

En el ambiente polémico y acusatorio del cine italiano - en el que los partidos políticos presentan candidatos para los principales festivales de cine - hay una cosa en la que la izquierda y la derecha están de acuerdo: Totò es el Rey.

 

¿Conoces a Totò?

 

Totò
antoniodecurtis.com

 

Compartir esta actividad:

"Totò, un grande attore" (parte 1) di Laura Caparrotti
Usa la tua intuizione per capire il significato generale di questa lettura. Usa tu intuición para comprender el significado general del texto.

Usa il dizionario online per cercare le parole che non conosci.

Usa el diccionario para buscar palabras que no conoces.

 

Forse il più grande comico dello schermo, (dai tempi gloriosi di Charlie Chaplin, Buster Keaton e Harold Lloyd), Antonio de Curtis, noto universalmente come Totò, lavorò in dozzine di film ed ebbe una carriera cinematografica che si estese per oltre trent'anni; fu estremamente popolare in Italia, dove i suoi film attrassero milioni di spettatori e i suoi film furono fra quelli maggiormente esportati.

Ma quali sono stati gli elementi che crearono l'arte tutta particolare di Totò?

 

Per iniziare, il personaggio di Totò era distintamente regionale-napoletano e, specialmente per il pubblico italiano, i suoi sciogli-lingua con parole e frasi inventate erano un divertimento assicurato. Come attore, il suo tempismo comico era impeccabile; il suo viso, inscrutabile come quello di Keaton, sembrava capace di comunicare un ampio raggio di emozioni e intenzioni al tempo stesso.

Quando la sua popolarità raggiunse dei livelli da record, negli anni '50 e '60, Totò venne a rappresentare il simbolo di una vecchia nozione di Italia e di italiani che non si rispecchiavano nel paese che (dal dopoguerra) si modernizzava e industrializzava rapidamente. Nonostante tutto, egli rimase fino alla morte, e lo è tuttoggi, l'attore italiano più amato dello schermo.

 


Este video es un material de referencia adicional y no es propiedad de CyberItalian.
Si tienes algún problema para verlo, por favor envianos un aviso. ¡Gracias!

 

Dal film Miseria E Nobiltà

 

Pensi che mettiamo il burro persino nel caffelatte!

Ah no, noi nel caffelatte non mettiamo niente! Né latte né caffè.

Ne' ma parliamo d'altro!

Ma perchè il latte e caffè non ti piace? Preferiresti una bella tazza di cioccolata....

 

Miseria e nobilità
(1954, Mario Mattoli, 95m)

 

Il secondo e migliore adattamento per lo schermo, fatto con Totò, dello scrittore farsesco Eduardo Scarpetta (XIX secolo), "Miseria e Nobiltà" è il veicolo cinematografico perfetto per il genio teatrale di Totò. Tutti gli intrecci, i malintesi e le coincidenze sorprendenti sono gestite con un tempismo comico squisito, coordinati da Totò che diventa quasi il direttore maniacale di questo compagnia.

La trama:

 

Lo scrittore Felice (Totò) e il fotografo Pasquale (Enzo Turco) vivono in povertà e in litigio continuo nel tentativo di esercitare la propria arte. Il loro amico Eugenio, figlio del marchese Ottavio, li convince ad accompagnarlo e a pretendere di essere degli aristocratici, quando va a chiedere la mano della sua amata Gemma (Sofia Loren).

Nota sull'autrice di questo articolo:
Laura Caparrotti è il Direttore Artistico e la fondatrice di KIT - Kairos Italy Theater.
E' anche la rappresentante internazionale della famiglia De Curtis.

 

 

Añade un comentario abajo y ¡hasta la próxima actividad!