HOME > Free Trials > Activities > Read and Watch
Activity: Read and Watch

Nell'atmosfera litigiosa e tesa del cinema italiano, in cui i partiti politici nominano i candidati che gestiranno le più importanti mostre del cinema, c'è una sola cosa su cui la sinistra e la destra concordano: Totò è un Re.

 

Conosci Totò?

In the contentious, charged atmosphere of Italian cinema - in which political parties nominate candidates to run major film festivals - there is one thing on which the Left and the Right agree: Totò is King.

 

Do you know Totò?

 

Totò
Courtesy of antoniodecurtis.com

 

Share this activity:

"Totò, un grande attore" (parte 1) di Laura Caparrotti
Forse il più grande comico dello schermo, (dai tempi gloriosi di Charlie Chaplin, Buster Keaton e Harold Lloyd), Antonio de Curtis, noto universalmente come Totò, lavorò in dozzine di film ed ebbe una carriera cinematografica che si estese per oltre trent'anni; fu estremamente popolare in Italia, dove i suoi film attrassero milioni di spettatori e i suoi film furono fra quelli maggiormente esportati. Perhaps the greatest screen comedian since the glorious days of Charlie Chaplin, Buster Keaton and Harold Lloyd, Antonio de Curtis, universally known as Totò, worked in dozens of films in a screen career that stretched over thirty years; he was wildly popular in Italy, where his films regularly attracted millions of spectators. His movies were among the most exported.
Ma quali sono stati gli elementi che crearono l'arte tutta particolare di Totò? What were the elements which made Totò's art so special?
Per iniziare, il personaggio di Totò era distintamente regionale-napoletano e, specialmente per il pubblico italiano, i suoi sciogli-lingua con parole e frasi inventate erano un divertimento assicurato. Come attore, il suo tempismo comico era impeccabile; il suo viso, inscrutabile come quello di Keaton, sembrava capace di comunicare un ampio raggio di emozioni e intenzioni al tempo stesso. To begin with, the Totò persona was distinctly regional-Neapolitan and, especially for Italian audiences, there was the constant delight of Totò's tongue-twisting invented words and phrases. As a performer, his comic timing was impeccable; his face, as inscrutable as Keaton's, seemed capable of communicating simultaneously a range of emotions and intentions.
Quando la sua popolarità raggiunse dei livelli da record, negli anni '50 e '60, Totò venne a rappresentare il simbolo di una vecchia nozione di Italia e di italiani che non si rispecchiavano nel paese che (dal dopoguerra) si modernizzava e industrializzava rapidamente. Nonostante tutto, egli rimase fino alla morte, e lo è tuttoggi, l'attore italiano più amato dello schermo. As his popularity reached record levels in the 1950s and 1960s, Totò became the symbol of an older notion of Italy and Italians that didn't fit with the rapidly modernizing, rapidly industrializing country that developed in the aftermath of World War II. Nonethless he remained until his death, and remains to this day, Italy's best-loved screen persona.

 


This video is additional reference material and is not property of CyberItalian.
Should you have any problem viewing it, please notify us.
Thank you for your patience and collaboration!

 

Dal film Miseria E Nobiltà

 

Pensi che mettiamo il burro persino nel caffelatte!

Ah no, noi nel caffelatte non mettiamo niente! Né latte né caffè.

Ne' ma parliamo d'altro!

Ma perchè il latte e caffè non ti piace? Preferiresti una bella tazza di cioccolata....

 

Miseria e nobilità
(1954, Mario Mattoli, 95m)
Poverty and Nobility
(1954, Mario Mattoli, 95m)
Il secondo e migliore adattamento per lo schermo, fatto con Totò, dello scrittore farsesco Eduardo Scarpetta (XIX secolo), "Miseria e Nobiltà" è il veicolo cinematografico perfetto per il genio teatrale di Totò. Tutti gli intrecci, i malintesi e le coincidenze sorprendenti sono gestite con un tempismo comico squisito, coordinati da Totò che diventa quasi il direttore maniacale di questo compagnia. The second and finest of the screen adaptations made with Totò of Poverty and Nobility, by 19th-century writer Eduardo Scarpetta, offers a near-perfect cinematic vehicle for Totò's theatrical genius. All the double crosses, mixed messages and startling coincidences are handled with exquisite comic timing, presided over by Totò as a kind of manic ringmaster.

La trama:

 

Lo scrittore Felice (Totò) e il fotografo Pasquale (Enzo Turco) vivono in povertà e in litigio continuo nel tentativo di esercitare la propria arte. Il loro amico Eugenio, figlio del marchese Ottavio, li convince ad accompagnarlo e a pretendere di essere degli aristocratici, quando va a chiedere la mano della sua amata Gemma (Sofia Loren).

The plot:

 

The writer Felice (Totò) and the photographer Pasquale (Enzo Turco) live in poverty, constantly bickering as they attempt to ply their respective arts. Their friend Eugenio, son of the Marquis Ottavio, convinces them to accompany him and pretend they are aristocrats, when he goes to ask for the hand of his beloved Gemma (Sophia Loren).

Nota sull'autrice di questo articolo:
Laura Caparrotti è il Direttore Artistico e la fondatrice di KIT - Kairos Italy Theater.
E' anche la rappresentante internazionale della famiglia De Curtis.

Note on the author of this article:
Laura Caparrotti is the Artistic Director and Founder of KIT - Kairos Italy Theater.
She is also the representative of the Family De Curtis worldwide.

 

 

Post a comment below and "see" you on the next activity!